Home Slow Tuscany

 
... La Toscana raccontata (senza fretta) da Damiano Andreini
In Viaggio verso..
Pisa Firenze Lucca Siena Grosseto Arezzo Massa-Carrara ToscanoToscano Dormire in Toscana?



In Viaggio verso..


Pisa

Firenze

Livorno

Lucca

Siena

Grosseto

Arezzo

Pistoia & Prato

Massa-Carrara

Toscano toscano

A tutela del Turista

Agri-turismo






Cos'è un Agriturismo (Parte 2°)
facciata casa

Si è iniziato a parlare dell'Agriturismo, una forma di ospitalità rurale nata soltanto una decina d'anni fa, eppure capace di aver contribuito fortemente al recupero e allo sviluppo di molte aree rurali italiane e toscane in particolare. Si è detto di come decisivo sia stato l'impegno e la perseveranza di molte persone, decise a portare avanti una scommessa che all'inizio non garantiva granché, e che anzi incontrava spesso la diffidenza degli amici e di alcuni pubblici amministratori. E a questo proposito, si è registrato d'altra parte con piacere il fatto che l'Agriturismo sia regolamentato per legge fin dal 1985: un elemento di lungimiranza da parte dei nostri legislatori e di garanzia per il turista.

Ora, visto che negli ultimi anni ho conosciuto molti agri-turisti, vorrei parlarvi un po' delle impressioni che mi hanno riferito o semplicemente trasmesso. Prima di tutto non è vero che la vacanza nelle nostre campagne sia prerogativa dei turisti tedeschi: probabilmente è vero che questi, così vicini al nostro paese e così attenti, in genere, alla cultura e al paesaggio italiani, hanno per così dire "tracciato la strada", e ancora oggi continuano ad apprezzare i mille volti della nostra penisola costituendo una percentuale notevole sul totale delle presenze. D'altra parte, guardando a caso indietro nella storia, ci si imbatte in numerose persone vissute molto più lontano ma ugualmente affascinate dai colori e dai sapori della nostra campagna.

Serafino_al_lavoro

Chi leggerà le mie parole da oltreoceano, forse ricorderà quanto Edith Wharton (New York, 1862 - Saint-Brice [Francia], 1937) famosa poetessa e scrittrice ("L'Età dell'Innocenza"), aveva affermato circa cent'anni fa nel suo "Italian Backgrounds": «...Tali scenari toscani sono quasi sempre estremamente semplici...L'importanza del dettaglio è uno tra i maggiori incanti del paesaggio dell'Italia centrale. Non ha niente di quella inutile abbondanza, o dei vertici stravaganti di ciò che è chiamato "fine scenery"...". Edith Wharton aveva ben chiaro il valore di una sosta in aree forse meno conosciute ma ugualmente feconde di suggestioni storiche, artistiche e culturali, e al fine di promuovere una conoscenza più profonda - non solo vagamente sentimentale - del retroterra italiano, invitava esplicitamente i suoi colleghi letterati a non visitare soltanto i luoghi maggiori e più famosi come Firenze o Roma, ma a soffermarsi specialmente su quelle "parentesi" di viaggio ("parentheses of travel") ignorate o trascurate dalla maggior parte degli scrittori suoi contemporanei.

Ringo

Mi piace pensare che se Edith Wharton fosse viva oggi, probabilmente la troveremmo d'estate in un Agriturismo, seduta al fresco di un grande gelso nel cortile, tutta presa a riordinare le pagine di un nuovo romanzo. Per dirvi di quanto variegata possa essere l'origine degli ospiti in un Agriturismo, negli ultimi quattro anni ho conosciuto persone provenienti dall'Islanda alla Nuova Zelanda, da Cuba a Israele, dalla California al Canada, e così via, senza contare gli stessi italiani, richiamati in numero sempre maggiore dal ventaglio di offerte e possibilità garantite da ognuna delle nostre regioni, talvolta perfino stupiti alla scoperta che l'Italia, come mi è stato detto, "è uguale ma sempre diversa".

Gli agriturismo hanno solitamente un'accoglienza abbastanza limitata nel numero di posti letto: così è quasi scontato che il rapporto fra il gestore e gli ospiti possa svilupparsi in un clima familiare. Rotto il ghiaccio dei primi giorni, succede quasi sempre che, tra una visita alla città, al vicino borgo medievale e una gita la mare, gli ospiti si trattengano qualche ora con i proprietari aiutandoli nella raccolta delle olive o dell'uva, nel lavoro dei campi, nella cura degli animali. Senza impegno, senza fatica; e anche quando la lingua può sembrare un problema insormontabile, a volte si finisce per passare insieme il dopocena, parlando o gesticolando di fronte a un bicchiere di vinsanto e a un vassoio di cantuccini. Gli appartamenti o le camere per gli ospiti sono ricavati in ambienti quasi sempre secolari, ristrutturati con cura e ormai dotati di tutti i comfort. Sia fuori che dentro si continua però ad avvertire il fascino di luoghi già vissuti, l'atmosfera familiare e accogliente di un mondo contadino in cui tutto è a misura d'uomo: le abitazioni sono solitamente costruite alla sommità di piccole colline, così da diminuire l'umidità e il freddo, con la facciata solitamente rivolta a Sud, così da permettere una lunga esposizione alla luce del sole; i muri sono spessi, così da mantenere gli ambienti freschi in estate e caldi in inverno. Archi o stipiti in mattoni o in pietra garantiscono un effetto estetico di sobria eleganza.

San Miniato al Tedesco

Oltre a ciò, un fattore importante e positivo che molti turisti mi hanno ricordato, riguarda le possibilità di spostamento quando si è in Agriturismo: proprio perché tutta la campagna toscana e italiana in generale è punteggiata da una miriade di piccoli o grandi borghi, paesi e castelli, la stessa campagna si configura come un ricamo di strade: spesso morbidamente sinuose, panoramiche, in ogni caso permettono di spostarsi con semplicità anche al di fuori delle grandi vie di comunicazione, che pure ci sono e in quantità.

Dovunque ci si trovi, in Toscana e nel resto d'Italia, su qualunque strada possiamo esser certi che fra quindici o venti minuti al massimo si incontrerà qualcosa: quel qualcosa avrà mura etrusche o medievali, una chiesa romanica o barocca, affreschi o palazzi nobiliari, negozi e ristoranti con zafferano o pesce fresco, aceto balsamico o formaggi stagionati in grotta, costumi tradizionali, antichi mestieri e feste paesane. Oppure sarà acqua sorgiva termale, cavalli allo stato brado, aquile reali o foreste di faggio o di cerro, spiagge o campi ricoperti d'oro. Dovunque saremo, o sarete, fra quindici minuti varrà la pena di fermarsi.


Damiano Andreini

Chi sono Itinerari Site Map Agri-tour Sapori Links Home page
Questa opera protetta da Copyzero Copyzero Copyright Damiano Andreini. Vietata ogni riproduzione anche parziale.